10^ Giornata Europea Contro la Tratta

10^ Giornata Europea Contro la Tratta #liberailtuosogno

Blog Campagne Eventi News

venerdì 14 ottobre 2016

Ragazze nigeriane o romene mandate a prostituirsi in strada, minori bengalesi, albanesi, egiziani costretti a spacciare, adulti somali o eritrei sfruttati nei campi come schiavi. A pochi giorni dalla 10^ Giornata Europea Contro la Tratta, il bilancio della situazione delle vittime nel nostro continente è allarmante.

15.846 sono le vittime accertate o presunte in Europa tra 2013 e il 2014, di cui il 15% bambini e adolescenti. In Italia, al 31 dicembre 2015, le vittime di tratta inserite in protezione sono 1.125. Di queste 884 sono donne e 80 sono minori, con un 80% di vittime di provenienza nigeriana. Questi sono i numeri del rapporto “Schiavi Invisibili” pubblicato da Save the Children in collaborazione con On the Road e altre associazioni che si occupano della lotta alla tratta in tutto il territorio italiano.

Numeri da catastrofe naturale che comunque non tengono conto di tantissimi minori, i quali difficilmente sono identificati come vittime di tratta perché spesso lo sfruttamento avviene in appartamenti o luoghi chiusi o perché vengono spostati rapidamente da una città all’altra.

La tratta rappresenta una delle più gravi violazioni dei diritti umani e colpisce indistintamente donne, uomini e bambini. E’ un fenomeno in continuo mutamento, che spesso e volentieri si intreccia con altre tipologie di crimini (criminalità organizzata) e innumerevoli forme di disagio, sofferenza e povertà (come ad esempio le tossicodipendenze). E’ un fenomeno che sta sotto gli occhi di tutti, ma si nasconde sotto mentite spoglie. Oltre alle ragazze costrette a prostituirsi per strada, possono essere vittime di tratta anche i mendicanti, i venditori di accendini e persino le massaggiatrici che troviamo su internet e nei settimanali di annunci.

Questa 10^ Giornata Europea Contro la Tratta è un momento per ricordare a tutti noi che la tratta è un fenomeno che ci riguarda da vicino, o almeno da più vicino di quanto crediamo, e al quale non possiamo restare indifferenti.

Ci vediamo quindi tutti martedì 18 ottobre h 12.00, in Piazza Salotto a Pescara, per lasciare volare in cielo tanti palloncini arancioni e liberare così simbolicamente tutte le vittime di tratta dal giogo dello sfruttamento. Ma soprattutto, per farci raccontare questo fenomeno complesso dalle persone che lo conoscono meglio, gli operatori di On the Road, che attraverso i loro racconti possono contribuire a renderci tutti cittadini più sensibili e informati.

A martedì!

Articoli correlati: