Una mini guida al 5×1000

5x1000 Campagne

lunedì 18 maggio 2015

Cos’è il 5 x 1000?

A partire dal 2006, lo Stato ha stabilito che il contribuente può scegliere di destinare una quota pari al 5 per 1000 dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) a finalità di sostegno di particolari enti no profit, di finanziamento della ricerca scientifica, universitaria e sanitaria. In seguito sono state ammesse le associazioni sportive dilettantistiche e anche tutte quelle attività per la valorizzazione e la promozione dei beni culturali e paesaggistici.
Per il 2015 il contribuente può scegliere di destinare il 5 per 1000 della propria imposta sul reddito apponendo la propria firma in uno degli appositi riquadri che figurano nei modelli corrispondenti alle finalità di sostegno previste dalla normativa.
Il cinque per mille è una forma di finanziamento che non comporta oneri aggiuntivi al contribuente, dal momento che questi, tramite la compilazione dell’apposita sezione nella dichiarazione dei redditi, sceglie semplicemente la destinazione di una quota della propria IRPEF.

Come scegliere a chi destinare il 5 x 1000?

I codici fiscali di tutti i soggetti ammessi al beneficio sono consultabili negli appositi elenchi pubblicati sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.
È possibile esprimere una sola scelta di destinazione.
Attenzione però: se il contribuente non fornisce alcuna indicazione sulla scelta per il proprio 5 x 1000 la quota viene redistribuita tra tutte le associazioni che ne hanno fatto richiesta.

Facciamo un po’ di chiarezza: cosa sono l’8 x 1000 e il 2 x 1000?

L’otto per mille è la quota di imposta sui redditi soggetti a IRPEF che lo Stato italiano distribuisce, in base alle scelte effettuate nelle dichiarazione dei redditi, alle diverse confessioni religiose. I contribuenti non sono tenuti ad esercitare obbligatoriamente l’opzione per la destinazione dell’otto per mille.

Il due per mille è una quota dell’Irpef che si può scegliere di destinare ai partiti politici in sede di dichiarazione dei redditi. Per accedere a tale forma di finanziamento i partiti devono rispondere a due requisiti essenziali:
1. La pubblicazione del Bilancio
2. La dotazione di uno Statuto che regoli democraticamente la vita interna al partito stesso.
Se scelgo il 5 x 1000, posso donare anche l’8 x 1000 alla Chiesa o il 2 x 1000?
Sì, la scelta del 5×1000 si aggiunge alle altre. Ciascun contribuente può scegliere di donare il 5, l’8 e/o il 2 per 1000 indipendentemente e soprattutto senza avere un aggravio di imposte.

Come fare per destinare il 5 x 1000?
È semplicissimo.

  1. Individua uno dei 5 appositi riquadri dedicati che figurano sui modelli disponibili per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e modello UNICO per le persone fisiche)
  2. Metti la tua firma nella casella
  3. Riporta il codice fiscale del singolo soggetto (organizzazione, ente, associazione) cui intendi destinare direttamente la quota del 5 per mille (quello di On the Road Onlus è 91009900670) .
  4. Per destinare la quota del cinque per mille al proprio Comune di residenza invece è sufficiente apporre la sola firma nell’apposito riquadro.

Questo è il fac simile del riquadro che troverai nella tua dichiarazione dei redditi

fac-simile-5x1000

Articoli correlati: