EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Tratta di esseri umani

La tratta degli esseri umani finalizzata allo sfruttamento nella prostituzione, nel lavoro forzato, nell’accattonaggio o in attività illegali è una forma di schiavitù. 

L’Onu stima che la tratta degli esseri umani coinvolga 2,7 milioni di persone nel mondo e che muova un giro di affari pari a 32 miliardi di dollari. In Italia, secondo il Ministero dell’Interno, questo crimine  costituisce la terza fonte di reddito per le organizzazioni criminali, dopo il traffico di armi e droga. 

Dal 2000 ad oggi, oltre 500 persone hanno usufruito dei programmi di protezione sociale attivati da On the Road per uscire dai circuiti dello sfruttamento sessuale e lavorativo.  

Gli interventi di On the Road, organizzati oggi coniugando l’apporto del volontariato e di operatori professionali, si sviluppano nelle regioni Marche, Abruzzo e Molise, nel contesto nazionale e nel contesto internazionale.

I servizi offerti sono:

UNITA’ MOBILI
(équipe mobili per l’intervento nei diversi luoghi della prostituzione e dell’emarginazione)

  • osservazione, mappatura e monitoraggio dei fenomeni, delle loro dinamiche ed evoluzioni
  • realizzazione di ricerche-intervento
  • contatto in strada e al chiuso, ascolto e analisi dei bisogni
  • informazione e prevenzione sanitaria
  • promozione dei diritti
  • accompagnamento ed educazione all’accesso ai servizi del territorio
  • informazione e assistenza per problemi giuridico-legali, sociali, abitativi…
  • relazione di aiuto
  • offerta di e/o risposta alla domanda di percorsi di uscita dalla prostituzione e di affrancamento dalla violenza e dallo sfruttamento
  • sensibilizzazione della comunità locale e negoziazione dei conflitti
  • mappatura, contatto e sensibilizzazione dei servizi del territorio
  • elaborazione di materiali, anche nelle lingue di origine delle persone coinvolte nella prostituzione e in altre forme di marginalità

 DROP IN CENTER
(sportelli a bassa soglia di informazione, orientamento e consulenza)

  • ascolto e analisi della domanda
  • informazione, orientamento e consulenza sanitaria, sociale, legale
  • accompagnamento ed educazione all’accesso ai servizi del territorio
  • counselling e relazione di aiuto
  • offerta di e/o risposta alla domanda di percorsi di uscita dalla prostituzione e di affrancamento dalla violenza e dallo sfruttamento
  • orientamento verso i programmi di assistenza e integrazione sociale
  • avvio di percorsi di inclusione sociale
  • incontri tematici laboratoriali ed animazione del territorio

PRESA IN CARICO, ACCOGLIENZA E ACCOMPAGNAMENTO VERSO L’AUTONOMIA 
(in micro-strutture residenziali: case di fuga e prima accoglienza, case di accoglienza intermedia, famiglie, case di autonomia – in forma non residenziale attraverso la presa in carico territoriale)

REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI DI ASSISTENZA E INTEGRAZIONE SOCIALE AI SENSI DELL’ART. 13 L. 228/2003 e DELL’ART. 18, D.LGS. 286/98

  • co-elaborazione di progetti individualizzati di assistenza e integrazione sociale finalizzati all’autonomia
  • protezione e tutela
  • vitto e alloggio
  • assistenza sanitaria
  • assistenza psicologica
  • sostegno relazionale
  • supporto all’eventuale denuncia
  • assistenza legale e regolarizzazione
  • socializzazione
  • attività educative e formative
  • apprendimento della lingua italiana
  • laboratori di creazione/produzione
  • orientamento
  • avvio di percorsi di inserimento socio-occupazionale

ORIENTAMENTO, FORMAZIONE, INSERIMENTO SOCIO-LAVORATIVO
(sistemi diversificati, individualizzati e flessibili finalizzati all’inserimento lavorativo)

  • percorsi di orientamento individuale e di gruppo
  • ricerca, individuazione e contatto con enti di formazione
  • formazione di base
  • formazione professionale
  • sensibilizzazione reti imprenditoriali del territorio
  • mappatura, contatto e collaborazione con aziende disponibili all’inserimento
  • formazione pratica in impresa e successiva assunzione nelle stesse o in altre aziende
  • formazione professionale in impresa di medio-lungo periodo
  • accompagnamento all’inserimento lavorativo
  • azioni di supporto e accompagnamento, tutoraggio di intermediazione, tutoraggio in azienda

LAVORO DI RETE CON LE DIVERSE REALTA’ DEI VARI CONTESTI TERRITORIALI
Regioni, Province, Commissioni Pari Opportunità, Comuni, Ambiti Sociali Territoriali, Aziende USL, Magistratura, Procure Distrettuali Antimafia, Prefetture, Questure e Commissariati di Polizia, Comandi dei Carabinieri, Comandi della Guardia di Finanza, Comandi della Polizia Municipale, Famiglie, Associazioni di Volontariato, Cooperative Sociali, ONG, Caritas Diocesane, Enti Religiosi, Enti Morali, Imprese, Associazioni di categoria, Sindacati…