Tratta

venerdì 30 marzo 2018

In Italia, negli ultimi due anni, il fenomeno si è sviluppato a livello esponenziale, anche perché, nell’ambito dei flussi migratori, il numero dei minori non accompagnati si è moltiplicato e, in fase di prima emergenza subito dopo gli sbarchi, più della metà delle giovani migranti sono intercettate e reclutate nella rete dei trafficanti per sfruttamento sessuale e lavorativo.

Approfondire tutti gli aspetti che riguardano le minori vittime del fenomeno della tratta significa pertanto considerare una molteplicità di problemi interconnessi: dal carattere transnazionale del fenomeno che lo rende difficile da individuare, alla mancanza di un approccio di genere durante la fase di accoglienza delle richiedenti asilo, dal conflitto sociale e culturale, alla pedofilia alla violenza sulle donne.

venerdì 30 marzo 2018

Secondo il Rapporto Agromafie dell’Osservatorio Placido Rizzotto della FLAI CGIL i lavoratori agricoli coinvolti nel sistema del caporalato sono circa 400.000, l’80% dei quali sono stranieri.

L’agricoltura e il sistema agroalimentare rappresentano per le mafie uno dei business più remunerativi. Il volume d’affari nel 2017 è stato di 21,8 miliardi di euro con un balzo del 30 per cento rispetto al 2015.

Il “fatturato” del caporalato è stimato in 9 miliardi di euro con 600 milioni di contributi evasi (Fonte: Rapporto #Agromafie2017: Coldiretti, Eurispes e Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare).

mercoledì 28 febbraio 2018

Dal 1992 svolge attività di valutazione come libera professionista. Dopo aver lavorato alcuni anni per l’Unione europea in qualità di valutatrice di programmi per la gioventù, si è specializzata nello sviluppo di sistemi e programmi di valutazione nel campo delle politiche pubbliche, in particolare in quella di natura sociale, a livello nazionale ed europeo. Ha collaborato in qualità di valutatrice
con organizzazioni quali UNICRI, Regione Emilia-Romagna, fondazioni bancarie ed organizzazioni del terzo settore.

mercoledì 28 febbraio 2018

Esperto di tratta di esseri umani, ricercatore, formatore, progettista e coordinatore di progetti e interventi. Dalla metà degli anni ‘90 ha lavorato come operatore sociale (tossicodipendenza, prostituzione, minori) e come volontario internazionale in Bosnia, Irlanda del Nord, Brasile, Messico. Ha lavorato in progetti di cooperazione internazionale in Afghanistan e Pakistan e ha collaborato con EuropAid e ICMPD in attività di sviluppo di sistemi nazionali anti-tratta in Kosovo, Uzbekistan e Tailandia.

mercoledì 28 febbraio 2018

Isabella Orfano si occupa da molti anni di ricerca, sviluppo di politiche e strumenti, networking e advocacy, pianificazione e gestione di programmi e progetti locali, nazionali, europei e internazionali su temi inerenti la tratta di persone, migrazioni, genere, LGBTI, con l’obiettivo finale di proteggere i diritti umani dei gruppi vulnerabili e migliorare la risposta istituzionale e non governativa. Ha lavorato per diverse ONG (tra cui, On the Road e Diversity), organizzazioni internazionali (UE, OSCE, UNODC, ICMPD), governi e autorità locali (DPO, Comuni di Roma e Bologna).

mercoledì 28 febbraio 2018

Andreani ha 35 anni di esperienza nelle forze dell’ordine italiane, durante i quali è stato incaricato della gestione di indagini sulle reti della criminalità organizzata transnazionale e sul terrorismo nonché del coordinamento con altre agenzie internazionali. È esperto nell’uso di tecniche investigative moderne rivelatesi efficaci per l’individuazione di gruppi organizzati transnazionali, il monitoraggio delle loro attività, la raccolta prove, gli arresti.

mercoledì 28 febbraio 2018

Dal 2004, Suzanne Hoff è coordinatrice internazionale de La Strada International, una rete europea di ONG contro la tratta di esseri umani, che comprende 8 membri e 21 ONG partner in Europa, presso il Segretariato internazionale di Amsterdam, nei Paesi Bassi. L’obiettivo generale de La Strada International è prevenire la tratta di esseri umani e lo sfruttamento in Europa e proteggere i diritti delle persone trafficate e sfruttate garantendo loro accesso alla giustizia. In qualità di coordinatrice internazionale, Hoff si occupa di una vasta gamma di attività, tra cui, pianificazione strategica, lobbying e advocacy, coordinamento di progetti europei e ricerca in materia di tratta.

mercoledì 28 febbraio 2018

Norbert Cyrus, scienziato sociale, è ricercatore senior presso il Viadrina Center B/ORDERS IN MOTION di Francoforte (Oder) e conduce ricerche che esplorano la rilevanza e le funzioni dei confini statali nel controllo delle migrazioni. Ha
partecipato al progetto di ricerca DemandAT (Demand-Side Measures Against Trafficking), finanziato dall’Unione europea. Ha lavorato come consulente per l’OIL, il Parlamento europeo, il Consiglio di esperti tedeschi sull’immigrazione e l’Alleanza di Berlino contro la tratta di esseri umani a scopo di sfruttamento lavorativo (BBGM).